Maniera nera

La maniera nera o mezzotinto o maniera a fumo, inventata nel 1642 da Ludwig Von Siegen (1609-1680), è una tecnica calcografica diretta, nella quale la granitura della lastra viene ottenuta mediante il berceau o rocker (strumento a forma di mezzaluna fittamente dentato e immanicato, che viene fatto oscillare ripetutamente, con  pressione manuale e in più direzioni, lungo tutta la superficie della lastra) o con l’acquatinta o, se la matrice è di ferro, direttamente a mordente immergendo la lastra in una soluzione di acido nitrico e operando varie acidature fino a quando la porosità del ferro avrà raggiunto il grado voluto. 
Il metallo completamente granito, in grado cioè di restituire in stampa un nero uniforme, si leviga con raschietti d’acciaio per rendere lisce quelle parti che si vogliono bianche e con brunitoi, anche di pietra d’agata, per ottenere gli sfumati, procedendo quindi alla costruzione dell’immagine in modo inverso a quello consueto dell’incisione, per cui si evidenziano le forme in luce su fondo nero.



2003 Il cowboy scruta l'orizzonte in cerca di Saddam; maniera nera

home | grafica | pittura | presentazione | tecniche